Contaminazioni di un reperto con il DNA. Quando la prova genetica porta direttamente alla condanna

Détails

ID Serval
serval:BIB_9A26E7D2F1FB
Type
Article: article d'un périodique ou d'un magazine.
Collection
Publications
Titre
Contaminazioni di un reperto con il DNA. Quando la prova genetica porta direttamente alla condanna
Périodique
Diritto Penale Contemporaneo
Auteur(s)
Taroni Franco, Bozza Silvia, Garbolino Paolo
Statut éditorial
Publié
Date de publication
2018
Peer-reviewed
Oui
Pages
1-14
Langue
italien
Résumé
1. Introduzione. – 2. I risultati preliminari sull’eventuale presenza di DNA sui reperti analizzati (primo rapporto peritale). – 3. I risultati delle analisi genetiche sui reperti raccolti nell’abitazione della persona sospettata (primo rapporto peritale). – 4. La cronologia delle attività svolte presso il laboratorio del secondo perito. – 5. La certificazione della qualità del lavoro del secondo laboratorio. – 6. Gli elementi di riflessione presenti nell’Ordinanza relativa all’utilizzo dei profili genetici nelle procedure penali. – 7. La quantità di DNA nei prelievi fatti sulla collana e l’interpretazione statistica dei risultati ottenuti secondo le ipotesi d’interesse. – 8. La quantità di DNA nei prelievi fatti sulla collana, la contaminazione e l’interpretazione statistica: il valore del rapporto di verosimiglianza. – 9. Conclusione.
Création de la notice
15/02/2018 9:18
Dernière modification de la notice
03/03/2018 19:51
Données d'usage