Le donne in Gran Consiglio (1971-2019). Un profilo in mutamento delle deputate al Parlamento ticinese

Détails

ID Serval
serval:BIB_1ABA851977B8
Type
Partie de livre
Sous-type
Chapitre: chapitre ou section
Collection
Publications
Institution
Titre
Le donne in Gran Consiglio (1971-2019). Un profilo in mutamento delle deputate al Parlamento ticinese
Titre du livre
Susanna Castelletti, Marika Congestrì (eds.), Finalmente cittadine! La conquista dei diritti delle donne in Ticino (1969-1971)
Auteur(s)
Pilotti Andrea
Editeur
Associazione Archivi Riuniti delle Donne Ticino
Lieu d'édition
Massagno
ISBN
978-88-904152-9-6
Statut éditorial
Publié
Date de publication
2021
Série
I Quaderni AARDT
Pages
229-255
Langue
italien
Résumé
Dall’analisi realizzata nel presente contributo emergono due principali risultati. Da un lato, si evince come la femminilizzazione degli esecutivi e dei legislativi comunali e cantonali in Ticino sia più lenta in un confronto intercantonale; la quota di elette nei diversi consessi elettivi ticinesi risulta quasi sempre tra le più basse in Svizzera. Dall’altro lato, si evidenzia come il profilo
sociodemografico e professionale delle deputate al Gran Consiglio ticinese conosca, dal 1971 al 2019, delle significative trasformazioni (diminuzione dell’età media, importanza accresciuta di un’esperienza elettiva a livello locale e di una formazione universitaria, aumento delle deputate originarie della piccola borghesia e di quelle nubili, aumento delle salariate del privato a scapito delle avvocate e giuriste). Dall’analisi del profilo delle elette traspare tuttavia una certa selettività tra le candidature femminili a vantaggio spesso di un determinato profilo di deputata, ciò che attenua quindi la democratizzazione del reclutamento parlamentare femminile al Gran Consiglio ticinese.
Création de la notice
02/06/2021 16:20
Dernière modification de la notice
03/06/2021 5:36
Données d'usage